Catas bilanci e programmi

“Non ci sono dubbi che il 2021 sia stato un anno complicato, a tratti difficile, che ha messo molti alla prova. Una prova che devo dire Catas ha superato, conseguendo importanti risultati su tutti i fronti sui quali è impegnato”. Non ha esitazioni Lucia Cristina Piu – presidente di Catas, il più importante laboratorio europeo per il settore legno-arredo – nel commentare i risultati dell’anno scorso.
Un anno di consolidamento che conferma la rinnovata vitalità del settore, premiato da una maggiore attenzione verso gli spazi del vivere e dell’abitare, come pure verso i temi della normazione tecnica, della sicurezza e della certificazione.
Il 2021 si è chiuso con un fatturato che ha superato ancora una volta la soglia dei 7 milioni di euro, grazie a una crescita del 6 per cento degli “abbonati” (le aziende italiane ed estere che hanno una collaborazione continuativa con il laboratorio), passati dai 1.272 del 2020 ai 1.345 dello scorso anno.
Un dato confermato dalla crescita delle prove effettuate (52.218 nel 2021 contro le 49.662 del 2020) e dall’aumento delle certificazioni di prodotto (177 nel 2021, 164 nel 2020), con una sempre più forte rilevanza della certificazione “Made in Italy”.
“Una crescita alla quale ha contribuito in modo significativo l’inaugurazione di Catas Point Pesaro, il primo di una serie di centri sul territorio che permettano di essere sempre più presenti e propositivi nei vari distretti del mobile, grazie al quale abbiamo avviato collaborazioni con alcuni dei più noti marchi della grande distribuzione nazionale. Un nuovo scenario che ha messo Catas nelle condizioni di comunicare il valore delle proprie attività fino ai consumatori finali, i destinatari ultimi delle certificazioni dell’ente”, ha proseguito Piu.
Il 2021 ha visto investimenti per oltre 500mila euro nel potenziamento delle attrezzature nella sede di Lissone in Brianza (prove sui mobili) e a San Giovanni al Natisone in Friuli Venezia Giulia (laboratorio chimico).
Sul fronte della formazione Catas Academy ha organizzato più di 30 corsi, a cui si aggiungono anche molte esperienze di stage con studenti di università e istituti scolastici superiori. Un anno che ha visto anche la pubblicazione del primo “Manuale della bordatura”, realizzato in collaborazione con Federchimica-Avisa, che ha messo un punto fermo in uno dei passaggi fondamentali nella produzione di arredi.
Altrettanto significativo l’avvio di un nuovo servizio di analisi – “The Life Cycle measured by CATAS” – con il quale il laboratorio offre un contributo oggettivo al tema della sostenibilità, proponendo alle aziende del settore uno strumento rigoroso con cui misurare il “peso” ambientale, sociale ed energetico dei propri prodotti, risultati misurabili che raccontano il concreto impegno delle imprese per una industria e una economia veramente sostenibile.
“Ora si guarda al futuro”, ha proseguito il presidente Piu. “Nel 2022, emergenza sanitaria permettendo, sarà incrementata la presenza sul territorio nazionale grazie al radicamento in Friuli Venezia Giulia, in Brianza e nel grande distretto del mobile Pesarese”.
“Un’altra tappa importante sarà la risposta organizzativa al crescere delle richieste delle imprese, con l’ampliamento della sede di San Giovanni al Natisone – ha concluso Piu – dove costruiremo una nuova palazzina di tre piani, per circa 2.500 metri quadrati di superficie, dedicati ai laboratori per le prove al fuoco e i test meccanici su materiali e adesivi”.

Si stanno definendo nuovi programmi anche sul fronte della formazione, nelle scuole e nelle università, oltre al sempre più ricco e articolato calendario di webinar che saranno realizzati nei prossimi mesi con Federchimica e Acimall, l’associazione dei costruttori italiani di tecnologie per il legno e il mobile.
Da alcuni anni Catas progetta, realizza e fornisce attrezzature di prova per componenti, sedie, tavoli, letti e mobili anche chiavi in mano. L’offerta nasce dalle conoscenze e dalle esperienze maturate in tanti anni di attività e rappresenta, già da ora, una voce qualificante nell’attività dell’ente, sulla quale in futuro si andrà a puntare ancora di più.
Anche alla luce di questo nuovo indirizzo è stato messo a punto il nuovo catalogo Catas Engineering contenente questo genere di offerte.

Catas Academy

Gli eventi formativi, di approfondimento e di informazione proseguono a pieno ritmo e il calendario 2022 comprende gli appuntamenti che potremmo definire “istituzionali”, a cui si aggiungono eventi “ad hoc” legati anche ai contesti territoriali in cui Catas oggi opera con maggiore incisività: Triveneto e Brianza, dove sono operative le due sedi dell’istituto, ed Emilia Romagna/Marche, dove proprio nel 2021 ha preso il via il primo Catas Point.
Un calendario che mette in primo piano la collaborazione con realtà come Federchimica e Acimall, le associazioni confindustriali che rappresentano le imprese che operano nella chimica e nella costruzione di macchine per la lavorazione del legno e dei suoi derivati.
Anche gli appuntamenti in programma per il 2022 saranno resi disponibili sul canale You Tube di Catas per chiunque sia interessato, (https://www.youtube.com/channel/UCNsYMkkXcAZn-RhM5XJIUzA), mentre gli abbonati ai servizi del laboratorio potranno accedervi direttamente dall’area “myCatas” a loro dedicata (https://my.catas.com/login).
I webinar 2022 di Catas non mancheranno di approfondire alcune tematiche tecniche di grande attualità, oltre che informare sulle più recenti novità in campo normativo: “Poter proseguire on line l’intensa attività formativa di Catas Academy ci permette di superare i limiti imposti dalla emergenza sanitaria”, ha commentato Franco Bulian, direttore di Catas. “Anche se la nostra speranza è poter presto tornare a incontrarci di persona, dobbiamo riconoscere le grandi potenzialità di questi strumenti che ci consentono di mantenere vivo il rapporto e il confronto sui tanti terreni sui quali si gioca l’attualità e il futuro prossimo del mondo del legno e del mobile”.

Vedi tutti i Block Notes su Professione Verniciatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.