Eurofins Inquinamento indoor

Si è tenuto presso l’Excelsior Hotel Gallia di Milano il seminario annuale di “Eurofins Product Testing”.

L’ORGANZZAZIONE

Eurofins Scientific è una organizzazione globale, sostenuta da oltre 35.000 dipendenti che operano in 400 laboratori e  42 paesi del mondo con circa 30 anni di esperienza collettiva. Le aree di intervento sono Food, Pharma, Enviromental e Product Testing.
Al seminario organizzato a Milano dal Competence Center sui VOC di Eurofins Product Testing, con sede in Danimarca, sono intervenuti 64 partecipanti in rappresentanza dell’eccellenza industriale Italiana nei settori delle pitture e vernici, della chimica per edilizia, dei pavimenti in legno, dei materiali isolanti e delle finiture.
Il programma del seminario ha visto avvicendarsi sul palco relatori competenti e autorevoli, che hanno affrontato il tema delle emissioni di Composti Organici Volatili (VOC) da diversi punti di vista. Il seminario è stato organizzato.

LA MISURA DEI VOC

Le emissioni di composti organici volatili, oltre a inquinare l’ambiente esterno, contribuiscono all’inquinamento dell’aria negli ambienti in cui viviamo. Il seminario si è concentrato sulle sostanze emesse dai materiali da costruzione che vengono impiegati negli edifici, che possono essere molto dannose per gli esseri umani, in particolare per i soggetti più sensibili, in quanto provocano irritazione alla gola, agli occhi e creano difficoltà respiratorie.
Le prove di laboratorio consentono ai produttori di misurare le emissioni e i contenuti dei propri prodotti rispetto ai limiti specifici previsti per i livelli di sostanze nocive nell’aria indoor: un test di emissione VOC determina la quantità di composti organici volatili che un prodotto emette nell’aria di un ambiente chiuso.
Esistono, ovviamente, limiti sulla quantità di sostanze nocive che possono essere emesse dai diversi materiali, quali pavimenti, vernici, adesivi e altri prodotti utilizzati per la costruzione di edifici.
Esistono anche diversi marchi, sia volontari, sia obbligatori, che garantiscono la qualità dell’ aria interna: AgBB, French Regulation, EMICODE, M1 oltre al nuovo regolamento Italiano CAM (Criteri Ambientali Minimi) sono solo alcuni tra i più noti.
I consumatori possono distinguere i prodotti a bassa emissione proprio grazie questi marchi, che determinano la competitività dei produttori sul mercato. Un numero sempre crescente di progetti per la costruzione di edifici pubblici e privati richiede come requisito la bassa emissioni di VOC, che consente di qualificare prodotti per progetti di costruzione sostenibili, come LEED, WEEL e BREEAM.

I CRITERI AMBIENTALI MINIMI ITALIANI

Il Decreto dell’11 gennaio 2017 del Ministero dell’Ambiente, definisce l’adozione dei criteri ambientali minimi per gli arredi per interni, per l’edilizia e per i prodotti tessili. I CAM sono operativi dal 13 febbraio 2017.
Al punto 2.3.5.5, relativo all’emissione dei materiali, il decreto prescrive il rispetto di specifici limiti di emissione di VOC (Composti Organici Volatili) per i seguenti materiali:

– pitture e vernici

– tessili per pavimentazioni e rivestimenti

– laminati per pavimenti e rivestimenti flessibili

– pavimentazioni e rivestimenti in legno

– altre pavimentazioni (diverse da piastrelle di ceramica e laterizi)

– adesivi e sigillanti

– pannelli per rivestimenti interni (es. lastre in cartongesso).

Praticamente ogni materiale edilizio è coinvolto nei CAM! Occorre quindi verificare, attraverso un laboratorio, il rispetto dei limiti previsti, tramite una misura in camera di emissione: i laboratori devono essere accreditati per gli standard richiesti.

LE RELAZIONI

Emanuele Dalla Libera, moderatore (Eurofins Product Testing Denmark). “Il contesto normativo e di riferimento, nella misura delle emissioni di VOC nei materiali da costruzione”

Thomas Neuhaus, responsabile certificazione Indoor Air Comfort (Eurofins Product Testing Denmark). “Programmi e regolamenti emissioni VOC in Europa”

Mikaela Decio, Head of Sustainability Dept (Mapei Spa). “Il decreto CAM nello scenario di regolamentazione sulle  emissioni di VOC nei materiali da costruzione”

Rasmus Stengaard Christensen, (Eurofins Product Testing Denmark). “Materiali da costruzione: misura delle emissioni, metodi e tecnologie”

Franco Bulian, (Università di Trieste, Vice-direttore CATAS). “Legno e arredamento. Formaldeide: limiti e classificazione. La misura delle emissioni, contributo di vernici e rivestimenti”

Francesco Cinquepalmi, Head of R&D Dept (ICA Group Spa). “VOC nelle pitture e finiture per legno: flooring&forniture”

Alessandro Speccher, (GBC Green Building Council Italia). “I materiali a bassa emissioni di VOC nelle certificazioni di sostenibilità: LEED, BREEAM, WELL”

Alessandro S. Brigati, (Angus Chemical Company). Qualità dell’aria in ambienti chiusi ed Air Remediation: un contributo misurabile da alcuni aminoalcoli; miglioramento della qualità dell’ aria indoor; test di riduzione di Formaldeide secondo ISO 16000-23.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.