legnoedilizia

 

 

 

Si è chiusa con buon esito alla Fiera di Verona Legno&Edilizia, 11^ Edizione della mostra internazionale sull’impiego del legno in edilizia. Legno&Edilizia e EcoHouse binomio vincente

Legno&Edilizia e EcoHouse binomio vincente

Sono stati 21.000 i visitatori nei quattro giorni della biennale che quest’anno ha registrato un lieve incremento, grazie alla compresenza della prima edizione di EcoHouse, esposizione di materiali e tecnologie per la sostenibilità e il risparmio energetico nell’edilizia.
“Siamo soddisfatti dell’interesse dimostrato dal pubblico costituito in gran parte da operatori professionali – ha commentato Ado Rebuli, presidente della società Piemmeti, controllata di Veronafiere e organizzatrice dell’evento – riscontrato anche dagli espositori, che hanno avuto significativi contatti commerciali. EcoHouse si è rivelato un ottimo abbinamento alla consolidata manifestazione internazionale, al punto che intendiamo proseguire in questa direzione facendolo diventare un appuntamento fisso della biennale”.
Legno&Edilizia, punto di riferimento del settore per l’Italia, certifica ormai da anni la sede di Verona come centro ideale dove riunire un comparto tanto innovativo qual è la Bioedilizia, presente nel triangolo Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto, col 53% delle unità produttive italiane del settore (21% in Lombardia, 17% nel Trentino Alto Adige e 15% nel Veneto), da cui dipende il 70% del fatturato nazionale del comparto (46% per il Trentino, 15% per la Lombardia e 9% per il Veneto).
Sui 25.000 metri quadrati di due padiglioni, le 180 aziende espositrici di Legno&Edilizia hanno portato le ultime tecnologie in fatto di macchine e impianti per la lavorazione del legno, case prefabbricate, tetti, pareti, pavimenti, essenze di pregio, segherie, studi di progettazione, materiali e accessori, a cui si sono unite le proposte di imprese operanti nel campo della sostenibilità energetica, della Domotica e delle energie rinnovabili.
“Abbiamo riunito il gotha dell’industria di settore – ha precisato con soddisfazione Raul Barbieri, direttore di Piemmeti – che non vuole mai mancare a questo importante incontro tra domanda e offerta nel Paese leader dell’industria delle macchine per la lavorazione del legno”.
Per gli elevati contenuti qualitativi e innovativi della manifestazione, Legno&Edilizia ha contato sul patrocinio di organismi come ENEA, Kyoto Club, Coordinamento FREE, AIEL, Legambiente, FIRE, Assocosma, Anfus, Italia Solare, presenti assieme ad Università, aziende, professionisti e riviste specializzate, anche negli oltre 60 tra convegni, seminari e incontri tecnici che hanno caratterizzato il carnet convegnistico dei quattro giorni fieristici.

Gli incontri e i corsi di aggiornamento

Direttiva per l’efficienza in edilizia, aziende certificate PEFC, corso per carpentieri, digitalizzazione per l’edilizia sostenibile, riqualificazione energetica degli edifici, Smart building, sono alcuni degli argomenti trattati.
Oltre ad approfondire le tematiche del settore, i visitatori hanno avuto modo di ottenere consulenze gratuite, assistere a dimostrazioni pratiche di robot industriali e di studenti – carpentieri della prima Scuola italiana di carpenteria del legno di Tione (Tn), presente anche con un prototipo abitativo per emergenze di livello CasaClima classe B, realizzato d’intesa con la Protezione Civile trentina.
Nello spazio della “Fattoria del legno” una fattoria didattica vicentina ha avvicinato i bambini al mondo del legno e anticipato la nascita del Museo del Vaia, all’interno di una baita che è stata realizzata a Caltrano con i tronchi abbattuti dal ciclone Vaia dello scorso ottobre.
Legambiente è intervenuta con la sua mostra itinerante di 33 diversi materiali innovativi per l’edilizia ecosostenibile, naturali o provenienti da riciclo.
La prossima edizione della fiera si terrà nel 2021

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *