Impianti di depurazione

Gli impianti di depurazione non sono tutti uguali: lo dimostrano le iniziative dell’Unione costruttori impianti depurazione

LE INIZIATIVE PER LA QUALIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE

Si è svolta a Milano l’assemblea annuale di UNIARIA, l’Unione nazionale che raggruppa i costruttori di impianti di depurazione, a cui aderiscono le seguenti società: Air Protech, AR Filtrazioni, BWF FTI, Clomar, Donaldson, Donau Carbon, Ecochimica, Freudenberg, FZ Zanetti, HFiltration, Mecair, Mion Ventoltermica, Norit, Olpidurr, Sotec, Tama, Tecnosida, WAM.
UNIARIA da oltre un decennio svolge un’azione informativa, tecnica e promozionale, puntando in particolare a:
– mantenere un costante confronto con gli Enti pubblici (USSL, Province, Regioni, ARPA, ANPA e Ministeri competenti), portando le proprie posizioni sui vari tavoli esistenti, puntando all’applicazione di norme valide su tutto il territorio nazionale;
– stabilire funzioni di rappresentanza nei diversi tavoli istituzionali e privati (Enti e associazioni);
– stabilire un codice di comportamento (in conformità con le norme tecniche UNI, che rappresentano un modello di autoregolamentazione);
– promuovere la conoscenza dei processi di depurazione e delle loro corrette modalità di acquisto e di impiego.
Negli anni precedenti sono state realizzate le seguenti iniziative:
– convegni e seminari sulle migliori soluzioni impiantistiche;
– corsi di formazione, per tecnici e consulenti operanti nel settore privato e pubblico, sulle tecnologie e le norme legislative nel campo dell’inquinamento atmosferico;
– partecipazione collettiva ai lavori del Gruppo di lavoro 7 della Commissione Ambiente UNI (l’Ente Nazionale di Unificazione) per la realizzazione della norma 10996 sui “Criteri e requisiti per l’ordinazione, il collaudo e la manutenzione degli impianti di depurazione aria” e della norma 11304 “Impianti di abbattimento polveri, nebbie oleose, aerosol e composti organici volatili (VOC) – Requisiti minimi prestazionali e di progettazione”;
– articoli di presentazione di UNIARIA sulle riviste del settore;
– collaborazione con gli Enti pubblici, per la stesura dei criteri tecnici riguardanti i parametri principali degli impianti di depurazione (BAT);
– rappresentanza agli incontri per l’elaborazione e l’applicazione delle norme sull’inquinamento atmosferico con i rappresentanti degli Enti Pubblici.

I CORSI

In collaborazione con gli Enti pubblici, vengono organizzati in tutte le regioni corsi di aggiornamento e formazione rivolti agli operatori del settore pubblici e privati, in cui vengono approfondite le tematiche della depurazione di polveri, nebbie oleose, aerosol, sostanze organiche volatili, sostanze inorganiche volatili e odori.

I CONVEGNI

A livello nazionale viene organizzato periodicamente un incontro sui seguenti temi:
– requisiti minimi degli impianti di depurazione e migliori tecnologie;
– risparmio energetico e ricircolazione degli inquinanti negli ambienti di lavoro, con esperienze italiane ed europee nei settori della depolverazione (polveri di legno), della verniciatura (solventi organici e vernici in polvere), della meccanica (nebbie oleose);
– registrazione del funzionamento dei bypass sugli impianti di depurazione: un sistema di sicurezza o un modo per eludere le norme?
– finanziamenti per l’acquisto di impianti di depurazione;
– efficienza degli impianti di abbattimento;
– tecnologie di abbattimento innovative;
– metodiche di prelievo e controllo delle emissioni inquinanti;
– norme legislative e modalità per ottenere le autorizzazioni.

ACCREDITAMENTO DEGLI SPECIALISTI NEL SETTORE DELL’INQUINAMENTO ATMOSFERICO

Gli operatori del settore lamentano da tempo la mancanza di consulenti, laboratori, tecnici e in generale di professionisti affidabili a cui rivolgersi per risolvere i problemi legati all’inquinamento atmosferico. Col diffondersi della sensibilità ambientale e la conseguente necessità di ottemperare ai limiti previsti dalle norme legislative, sempre più spesso emergono errori nella scelta delle tecnologie di abbattimento, nell’analisi delle emissioni e nell’esecuzione delle procedure burocratiche, dovute all’approssimazione e alla superficialità con cui si affrontano le tematiche tecniche e legislative.
UNIARIA (Unione costruttori impianti di depurazione aria), per venire incontro alle necessità di formazione e aggiornamento degli operatori del settore, da diversi anni promuove un corso che consente di creare un gruppo di professionisti competenti e accreditati, a cui ci si può rivolgere sapendo di poter contare su un bagaglio tecnico e culturale adeguato ad affrontare le diverse tematiche riguardanti il settore dell’inquinamento atmosferico.
Il corso è aperto anche agli utilizzatori di impianti, in quanto approfondisce la conoscenza delle diverse tecnologie di abbattimento, delle metodiche di prelievo e del controllo delle emissioni inquinanti, delle norme legislative e delle modalità per ottenere le autorizzazioni, temi sempre più importanti nella gestione aziendale. I docenti sono stati selezionati sulla base delle esperienze specifiche maturate nel settore pubblico e privato, dove hanno svolto un ruolo di primo piano, grazie alla competenza e autorevolezza maturata in oltre 30 anni di lavoro sul campo.

I partecipanti

La partecipazione ai primi tre corsi, è stata numerosa e qualificata: Aerofiltri -Akzo Nobel – Alcea – Arpat Firenze – Arpa Forlì Cesena – Arpa Friuli – Arpa Macerata – Arpa Piemonte – Arpa Lombardia – Arpa Umbria – Arpa Valle D’Aosta – Bruno Balducci – Centro Servizi Lapideo Del Vico – Delta Ohm – Donadi Luca – Doerken Italia – Donaldson – Donelli Alexo – Drewo – Du Pont Nemours – Ecam – Ecoprogett – Ecostudio Ambiente – Ehovoc – Franchi & Kim – FZ – Geo – IMF – Indam – Intrigo Stefano – Itas – Lab Control Latekne – Linde Gas Italia – Luxottica – Made Ambiente e Sicurezza – Meg – Mix – Natuzzi – Necsi – Pontiggia – Programma Ambiente – Provincia Bergamo – Provincia Pavia – Provincia Rimini – Provincia Treviso – Provincia Vercelli Regione Lombardia – Roman Andrea – Sacea – Sacchetto Claudia – Same Deutz Fahr Italia – Scalmati Livio – Sea Gruppo – Tama – Techint – Tecnoimpianti Water Treatment – Tecnolab – Testori – Trafilerie San Paolo – Tribotecna.
I tecnici che partecipano al corso entrano a far parte dell’albo di UNIARIA, un valido strumento di consultazione per chiunque abbia la necessità di trovare un consulente nel settore, le cui competenze siano riconosciute da un organo garante di scientificità e imparzialità.
Il programma prevede due giornate, in cui si affrontano i seguenti argomenti.

Emissioni in atmosfera da processi produttivi

Inquadramento normativo
Procedure di autorizzazione

Limiti alle emissioni

Disposizioni nazionali D.Lgs 152/06
Disposizioni regionali (esempi di limiti in alcuni settori industriali, tra cui la verniciatura)
Direttiva VOC 1999/13/CE
Nuovi limiti: camini, emissioni diffuse, emissioni totali
Piano di riduzione degli inquinanti
Piano di gestione dei solventi ed emissioni diffuse

Il controllo delle emissioni convogliate

Scelta dei punti di prelievo
Durata del campionamento
Tipo di campionamento
Numero dei campionamenti
Determinazione della T dell’effluente
Calcolo delle velocità dell’effluente
Determinazione della portata
Normalizzazione della portata misurata

Prelievo di inquinanti corpuscolari (richiamo delle metodiche e delle condizioni operative)

L’isocinetismo
Prelievo di inquinanti gassosi
Richiamo delle metodiche per alcuni inquinanti comuni
Determinazioni analitiche di laboratorio per gli inquinanti più comuni
Metodi automatici con misure effettuate direttamente in campo
Inquinanti da combustione, COT

La determinazione delle sostanze organiche volatili

Richiamo dei limiti regionali, nazionali ed europei
Richiamo delle metodiche menzionate nella normativa italiana
Effettuazione delle misure con metodo tradizionale (adsorbimento su carbone attivo + analisi GC)
Effettuazione delle misure in campo con apparecchiatura a ionizzazione di fiamma (FID)

Come scegliere gli impianti di depurazione

Migliori tecnologie disponibili
Criteri di ordinazione, progettazione e requisiti minimi

I docenti

Giorgio Cozzi
Dal 1975 al 1995 ha lavorato presso il Servizio Protezione Aria della Regione Lombardia (CRIAL), con funzioni di controllo dell’inquinamento atmosferico di origine industriale, consistenti nello studio dei cicli produttivi, delle relative emissioni in atmosfera, delle possibilità tecnologiche di contenimento delle stesse, dell’elaborazione di direttive tecniche per i settori industriali. Dal 1995 opera come consulente in qualità di esperto dei problemi di inquinamento atmosferico e di rumore di origine industriale Dal 2003 è socio di IBS Analysis, società operante nel settore ambientale e della sicurezza sul lavoro.

Antonio Foschi
Dal 1975 opera nel settore dell’inquinamento atmosferico, ricoprendo vari incarichi all’interno del PMIP (Presidio Multizonale di Igiene e Prevenzione) di Milano. Attualmente opera all’interno di ARPA Lombardia.

Pierluigi Offredi
Svolge da oltre 30 anni l’attività giornalistica nel setttore del trattamento delle superfici. Dal 2001 coordina il GL7 UNI “Impianti di trattamento degli effluenti aeriformi”, che opera nell’ambito della Commissione Ambiente.

Segreteria Uniaria: Tel. 02/39312736 E-mail: uniaria@finishing.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.