La linea S-COVER di Sirca comprende vernici eco sostenibili che garantiscono alte prestazioni e basso impatto ambientale

Vivere il presente pensando al futuro è la filosofia che spinge tutti coloro che credono in un mondo migliore. Tale filosofia spinge tutti noi del gruppo Sirca a prendere ogni giorno delle decisioni sulla base di ciò che ci circonda, ed oggi più che mai il cambiamento climatico rappresenta una minaccia urgente e potenzialmente irreversibile per la società ed il pianeta.
La nostra azienda si impegna quotidianamente a produrre in modo responsabile, nella consapevolezza che lo sviluppo sostenibile ambisce a soddisfare i bisogni delle generazioni presenti, senza compromettere i bisogni delle generazioni future.
Il futuro del pianeta, dell’ambiente, delle economie e delle società è strettamente legato ai cambiamenti climatici e questo impone a tutti noi la responsabilità ed il dovere di operare per risparmiare ed eliminare il più possibile l’emissione di CO2 in atmosfera.

Vernici eco sostenibili

Il gruppo Sirca, a tal proposito, ha lanciato nel 2016 una nuova e completa gamma di prodotti formulati utilizzando materie prime da fonti rinnovabili, la linea S-Cover.
Le materie prime utilizzate per formulare i prodotti della linea S-Cover derivano da un processo di fermentazione di bio-masse provenienti dagli scarti dell’industria agro-alimentare. Tale aspetto è fondamentale per noi, in quanto queste materie prime non impattano in nessun modo con l’alimentazione umana, anzi, vanno ad incentivare la generazione di nuove colture.
A tal proposito Sirca ha dato avvio ad un nuovo progetto ambizioso, il cui scopo è di diventare parte attiva nel sostenere un vero e proprio ciclo di vita dei propri prodotti, sposando la filosofia “dalla culla alla culla”, perché oggi produrre in modo sostenibile ci obbliga a preoccuparci che i nostri prodotti siano parte attiva nel recupero degli scarti che la società produce.
Per comprendere la filosofia green di Sirca, è necessario prima di tutto riassumere la cronistoria di quanto sviluppato dalle industrie chimiche nel secolo scorso. Di seguito viene quindi presentato quanto accaduto a partire dal dopoguerra e come Sirca ha deciso di affrontare l’argomento per diminuire il suo carbon footprint.

La storia delle vernici eco-sostenibili

Nel 1800 nascono i primi prodotti vernicianti al solvente contenenti materie prime rinnovabili, ossia gli oli naturali.
I prodotti si possono di fatto definire, almeno parzialmente, naturali, in quanto contengono materie prime quali appunti gli oli, la colofonia e la gommalacca.
I composti oleoresinosi, a base di miscele di resine naturali, mostrano performance di medio livello.
A partire dal 1900, negli anni 20 nascono le prime formulazioni di prodotti monocomponenti al solvente contenenti derivati della cellulosa. Essi si caratterizzano per la bellezza estetica, ma offrono performance di basso livello e contenuto naturale limitato.
Negli anni 30 nascono le prime resine poliestere ossidrilate, contenenti una certa percentuale di oli naturali di diversa natura, che si distinguono in siccative e non siccative.
Queste resine vengono denominate alchidiche. Si distinguono per la natura del componente oliato e la lunghezza d’olio.
L’utilizzo di queste resine, opportunamente formulate, con un secondo componente di natura poliisocianica dà origine alla tecnologia più diffusa in Europa: i prodotti poliuretanici.
Questi prodotti mostrano performance di alto livello, ma di contenuto naturale limitato.

La filosofia “green“ di Sirca

Negli anni 2012-2015 Sirca comincia a studiare nuove materie prime da fonti rinnovabili, ottenute a partire da scarti dell’industria agro-alimentare, utilizzate nelle formulazioni di prodotti base acqua per esterno sostenibili.
Tali monomeri ed additivi determinano una riduzione sensibile di gas serra provenienti dalla loro sintesi, unitamente al fatto che sono formulati con basso VOC e privi di materie prime tossiche (APEO free, NMP free, TIN free).
Nascono i primi prodotti base acqua ad elevate performance fisico-meccaniche, le cui caratteristiche sono equivalenti alle finiture base acqua, di comune impiego nel settore degli infissi, basate su monomeri fossili.
Lo studio approfondito della struttura polimerica e degli additivi costituenti la formula di ciascuno di questi prodotti porta al completamento della gamma di prodotti per la verniciatura di porte ed infissi.
Nasce la linea sostenibile Iternum PLANT-BASED, caratterizzata da eccellenti resistenze agli agenti atmosferici, contenente percentuali di fonti rinnovabili in formula prossime al 60% in media.
Negli anni 2014 – 2018, parallelamente alla linea Iternum, viene sviluppata la linea sostenibile PLANT-BASED per interno: nasce la linea Sirca S-Cover.
Anche i prodotti per interno sono caratterizzati, sia in versione mono che bicomponente, da performance fisico-meccaniche equivalenti ai prodotti di alta fascia utilizzati nella produzione di mobili e cucine, contenenti percentuali di fonti rinnovabili in formula prossimi al 60% in media.
Non si può riciclare una vernice, né renderla biodegradabile, ma si può pensare di produrne una che sia basata su polimeri PLANT-BASED e non in competizione con l’alimentazione umana, in modo da rendere le vernici eco sostenibili e maggiormente “green”.
È per questo che quotidianamente i laboratori R&D di Sirca studiano e testano nuove soluzioni tecnologiche, per rendere i propri prodotti sempre più innovativi ed eco-friendly, riducendo la percentuale di contenuto fossile sia in forma liquida che dopo essiccazione del film di vernice, senza trascurare le performance tecniche ed estetiche.
È possibile certificare le vernici PLANT-BASED con la datazione al Carbonio 14, isotopo assente nei polimeri sintetizzati da fonti fossili. Le vernici PLANT-BASED sono formulate con resine con contenuto di C14 attestato e verificabile sperimentalmente, che testimonia la natura vegetale delle materie prime usate.

Coniugare sostenibilità ed alte prestazioni su larga scala

Come descritto, olii, cere e solventi di origine naturale sono sempre stati usati nelle formulazioni di vernici per legno.
Il cambiamento tecnologico cruciale, che permette di cambiare paradigma, è oggi la disponibilità su scala industriale di polimeri base acqua sintetizzati a partire da monomeri di scarto provenienti dall’industria alimentare.
Questi polimeri, opportunamente miscelati assieme ad altri ingredienti naturali, consentono di produrre vernici all’acqua sostenibili, che offrono le stesse performance estetiche e tecniche delle vernici all’acqua tradizionali:
– ottime resistenze chimiche, meccaniche e al graffio;
– capacità di non ingiallire nel tempo, sia alla luce che al buio, mantenendo costanti le coordinate cromatiche;
– facilità di pulizia delle superfici verniciate, che non mostrano alcune resistenza a ritenere lo sporco.
Queste sono solo alcune delle caratteristiche delle vernici S-Cover. Esse ci danno la possibilità di coniugare perfettamente sostenibilità ed alte prestazioni su larga scala.

Vedi tutti i Block Notes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *