Ligna

La prossima edizione di Ligna si terrà dal 15 al 19 maggio 2023. L’evento in programma quest’anno dal 27 settembre al 1 ottobre purtroppo non si svolgerà.

A causa del livello di infezioni ancora elevato in tutto il mondo a seguito della pandemia di Covid, del lento progresso delle campagne di vaccinazione nazionali e internazionali e quindi delle continue restrizioni di viaggio, Deutsche Messe, insieme all’associazione tedesca VDMA Woodworking Machinery, ha preso la decisione di annullare l’edizone del 2021.
“L’incertezza causata dalla pandemia è ancora ad un livello molto alto in tutto il mondo – ha spiegato Jochen Köckler, presidente del consiglio di amministrazione di Deutsche Messe AG – pertanto, in stretto coordinamento con il VDMA, abbiamo deciso di cancellare Ligna come evento in presenza nel 2021. Al fine di offrire al settore una piattaforma per innovazioni, scambio di know-how e networking, abbiamo realizzato una piattaforma digitale per fine settembre, mentre stiamo progettando la Rosenheim LIGNA.conference per l’estate 2022.”

Ligna.Innovation Network: il nuovo format digitale

Dal 27 al 29 settembre 2021, Deutsche Messe organizza, in collaborazione con la divisione Macchine per la lavorazione del legno dell’Associazione tedesca dell’industria meccanica e impiantistica (VDMA), un evento digitale dedicato ai temi centrali del settore legno.
“Come organizzatori fieristici – ha spiegato Köckler – negli scorsi mesi abbiamo acquisito ampio know-how ed esperienza in tema di eventi digitali. Il comparto della lavorazione e del trattamento del legno ha bisogno di confrontarsi sulle nuove tendenze, di presentare innovazioni e di fare networking con i player interessati. È per questo che organizziamo il Ligna.Innovation Network in autunno, che vuol essere il punto d’incontro degli addetti ai lavori di tutto il mondo che si danno convegno nel quartiere fieristico di Hannover per toccare con mano i nuovi macchinari. Noi però vogliamo anche che la Community sia sempre aggiornata sui nuovi sviluppi e che possa confrontarsi sulle ultime tendenze.
Sono previste tre aree: Expo, Conference e Networking, che si terranno nell’Hybrid Event Hub (H’Up) del quartiere fieristico di Hannover.
Nell’area Expo i visitatori avranno accesso diretto ad ampie panoramiche di prodotti. Applicazioni best-case, video tutorial, streaming in diretta e videochat consentiranno loro non solo di informarsi su soluzioni concrete per l’ottimizzazione dei loro processi, ma anche di avere un confronto diretto con le aziende espositrici.
Le conferenze virtuali, che prenderanno il via il 27 settembre, orienteranno i loro contenuti tematici sugli argomenti centrali di Ligna, come l’uso della digitalizzazione e della connessione in rete nella lavorazione del legno, i processi di prefabbricazione nell’edilizia in legno o il nuovo tema “Tecnologie di processo della bioeconomia”.
Guardando al legno come alla più importante risorsa rinnovabile, gli organizzatori punteranno i riflettori su nuove possibilità di lavorazione dirette a promuovere innovazioni economiche e tecnologiche nel settore.
La funzione di networking permetterà a tutti i partecipanti di contattare direttamente gli espositori, i relatori delle conferenze o altri visitatori della piattaforma attraverso il dashboard della loro pagina di accesso personalizzata, dove saranno segnalati aziende, relatori e visitatori interessanti per ogni singolo visitatore. Basterà un clic per attivare prima una richiesta di contatto, poi una chat o una videochiamata.

Prima Ligna.Conference a Rosenheim nel giugno 2022

Al Ligna Innovation Network farà seguito il prossimo anno la prima Ligna.Conference di Rosenheim, organizzata da Deutsche Messe in collaborazione con il Politecnico di Rosenheim l’1 e il 2 giugno 2022, presso il Campus universitario della città bavarese per un ulteriore approfondimento dei temi.
“Con questo evento – ha affermato Christian Pfeiffer, global director Ligna & Woodworking Shows presso Deutsche Messe – potremo finalmente proporre di nuovo al settore una manifestazione in presenza, con presentazioni di prodotto e momenti di confronto tra gli addetti ai lavori della Community.

Previsioni 2021 riviste al rialzo

La raccolta di nuovi ordini nell’industria tedesca delle macchine per la lavorazione del legno ha registrato nel primo trimestre del 2021 un netto incremento a due cifre rispetto allo scorso anno. Cresce di conseguenza anche l’utilizzo delle prestazioni delle macchine. Un ulteriore incremento è da prevedere nei mesi successivi, perché la situazione economica è migliorata ancora nel comparto e le attese continuano ad attestarsi su livelli elevati.
Ci sono sempre più segnali che la pesante recessione dello scorso anno, che ha visto un calo di produzione del 14,5 per cento, possa essere ampiamente compensata nell’anno in corso.
Complessivamente lo scorso anno sono state prodotte macchine per la lavorazione del legno per un valore di 2,88 miliardi di euro (contro i 3,36 mld di euro del 2019).
“Già nell’ultimo trimestre dello scorso anno – ha dichiarato Bernhard Dirr, managing director dell’associazione dei costruttori tedeschi di macchine per la lavorazione del legno – il settore ha registrato in tutti i suoi ambiti un’inversione di tendenza nell’andamento degli ordini. I dati attualmente disponibili ci autorizzano ad essere più che ottimisti”.

Previsto un incremento di produzione del 15 per cento

L’associazione prevede per il settore un aumento di produzione complessivo del 15 per cento nel 2021. Rimbalza pertanto considerevolmente la previsione di aumento del 3 per cento annunciata nel novembre dello scorso anno, anche se persistono rischi derivanti dalle restrizioni di viaggio e dagli ostacoli che ne derivano nelle attività di vendita e di assemblaggio.
Per effetto della ripresa globale dell’industria meccanica sono poi spaventosamente aumentati i tempi di consegna dei componenti. Questo rischio aggiuntivo, che si affianca alle misure di igiene ancora in vigore all’interno delle aziende e al lavoro a orario ridotto in parte ancora adottato, rallentano tuttora notevolmente la produzione in alcuni ambiti.
Ci si aspettano impulsi alla crescita da tutte le regioni del mondo. Oltre che nella Cina, che ha ripreso considerevole slancio già nel 2020, anno della pandemia, il settore vede il maggiore potenziale di sviluppo nel nord America.
Anche in Europa si profilano importanti opportunità di crescita in tutti i settori di utenza dall’artigianato all’industria.

VDMA rappresenta circa 3300 aziende tedesche ed europee dell’industria meccanica e impiantistica. Il settore è altamente innovativo, orientato all’export e fortemente caratterizzato dalla presenza di PMI, e conta circa quattro milioni di addetti in Europa, oltre un milione dei quali nella sola Germania.

Vedi tutti i Block Notes su Professione Verniciatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.