Impianti di depurazione nella verniciatura

All’interno della Commissione Ambiente, il gruppo “GL7 – Impianti di trattamento degli effluenti aeriformi”, coordinato dal dr. Pierluigi Offredi, ha elaborato la norma UNI 11304 “Impianti di abbattimento polveri, nebbie oleose, aerosol e VOC requisiti minimi prestazionali e di progettazione parte 2 – Impianti di trattamento VOC(Treatment plants for particulate matter, mists, aerosols and volatile organic compounds (VOC) – Minimum performance and design requirements – Part 2: VOC treatment plants). La tabella finale, realizzata con i dati raccolti sul campo dalla rivista “Professione Verniciatore” consente di valutare costi e prestazione degli impianti di depurazione nella verniciatura.

INTRODUZIONE

La norma ha l’obiettivo di fornire un riferimento per gli utilizzatori e i costruttori di impianti per l’abbattimento di polveri, nebbie oleose, aerosol e composti organici volatili, che consenta loro progettare ed utilizzare impianti che corrispondano a requisiti prestazionali e tecnici di elevata compatibilità ambientale. Essa è costituita da varie parti che trattano differenti tipologie impiantistiche. Al momento della pubblicazione della presente parte, la norma è costituita dalle parti seguenti:
– parte 1, “Depolveratori a secco a matrice filtrante” per gli impianti di abbattimento delle polveri;
– parte 2, “Impianti di trattamento VOC”, per gli impianti di abbattimento dei solventi, con una tabella particolarmente utile per la valutazione degli impianti di depurazione nella verniciatura.

SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

La parte 2 della UNI 11304 definisce i requisiti minimi prestazionali e di progettazione degli impianti di trattamento dei VOC presenti nelle emissioni aeriformi di processi industriali. Si applica esclusivamente alle tipologie impiantistiche elencate al punto 4.1 della norma UNI 10996-1:2002.

RIFERIMENTI NORMATIVI

UNI 10996 – Impianti di abbattimento dei composti organici volatili (VOC). Criteri e requisiti per l’ordinazione, la fornitura, il collaudo e la manutenzione. Parti 1-7

CLASSIFICAZIONE

La classificazione degli impianti di trattamento VOC è la seguente (vedere punto 4.2 della UNI 10996-1):
– adsorbitori;
– assorbitori;
– biofiltri;
– combustori (ad esclusione degli inceneritori di rifiuti e delle torce);
– condensatori;
– concentratori.

PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO

Gli impianti di trattamento VOC operano l’abbattimento e, in taluni casi, il recupero dei VOC presenti in un effluente aeriforme. Le tipologie impiantistiche sono quelle indicate al precedente punto. Per una dettagliata descrizione dei principi di funzionamento delle singole tecnologie di abbattimento, si veda la norma “UNI 10996 – Impianti di abbattimento dei composti organici volatili (VOC). Criteri e requisiti per l’ordinazione, la fornitura, il collaudo e la manutenzione. Parti 1-7”; e la letteratura tecnica specialistica.

REQUISITI MINIMI PROGETTUALI

I parametri di progetto per gli impianti di trattamento VOC variano a seconda della tipologia impiantistica adottata. Nella UNI 10996 sono esaustivamente riportati tutti i parametri di progetto che l’impiantista deve fornire al committente in fase di offerta: non sono però riportati i requisiti minimi (valori numerici) per tali parametri. Nella presente sezione vengono indicati i principali requisiti minimi progettuali, suddivisi per tipologia impiantistica, necessari per ottenere i seguenti requisiti minimi prestazionali:
– efficienza di abbattimento [%];
– concentrazione di VOC al camino [mg/m3];
– sistemi di controllo.

COSTI DI GESTIONE

I costi di gestione variano in funzione del tipo di abbattitore utilizzato, del tipo di effluente aeriforme e di VOC da trattare e dalla eventuale possibilità di recupero dei VOC. Al fine di poter effettuare confronti significativi tra differenti soluzioni impiantistiche, a parità di requisiti prestazionali e di condizioni di progetto, può essere utile utilizzare, come parametro, il costo di gestione unitario (in Euro/kg), cioè il rapporto tra la sommatoria di tutte le voci che concorrono alla formazione del costo di gestione complessivo di un impianto di abbattimento VOC, espresse in Euro, e la quantità di VOC trattata dall’impianto. Entrambi i termini del rapporto devono essere riferiti allo stesso intervallo temporale (mese, anno).

GARANZIE

Nel contratto di acquisto o conferma d’ordine di un impianto di abbattimento, il fornitore deve fornire al committente almeno le seguenti garanzie:
– garanzia di efficienza di abbattimento;
– garanzia del rispetto dei limiti alle emissioni in atmosfera.

PRESTAZIONI DI ALCUNI IMPIANTI DI DEPURAZIONE DEI SOLVENTI NELLA VERNICIATURA (ALTRI DATI SONO DISPONIBILI QUI)

TABELLA COSTI E PRESTAZIONI IMPIANTI DI DEPURAZIONE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.