sicurezza nella verniciatura del legno
CAPITOLO I: AUTORIZZAZIONI E REGOLE PER LAVORARE IN SICUREZZA 1
    1. Certificazione di agibilità
    2. Notifica di inizio attività
    3. Autorizzazione sanitaria
    4. Caratteristiche essenziali dei locali
    5. Impianto di terra
    6. Interruttori di protezione
    7. Impianti elettrici in atmosfera potenzialmente esplosiva
    8. Illuminazione di emergenza
    9. Denuncia degli impianti di terra
    10. Sicurezza delle macchine e marcatura CE
    11. Legge 626
    12. Legge 277/91: piombo e rumore
    13. Sostanze nocive
    14. Aspirazioni
    15. Dispositivi di protezione individuale (DPI)
    16. Pronto soccorso
    17. Servizi igienici
    18. Spogliatoi e armadietti
    19. Pasti
    20. Visite mediche
    21. Infortuni sul lavoro e malattie professionali
    22. Premio di assicurazione
    23. Prestazioni
    24. Registro infortuni

Appendice 1: legge 626 e procedure per piccole e medie imprese
Appendice 2: come svolgere la formazione
Appendice 3: sentenze in materia di sicurezza
Omissione di cautele antinfortunistiche
Il datore di lavoro deve consegnare ai dipendenti macchinari sicuri
Condanna per rimozione della sicurezza
Dispositivi di protezione
Rumore: esposizione e misure tecniche per ridurne i rischi
Vendita di apparecchiature insicure e soggetti responsabili
Macchine: certificazione di conformità alle norme antinfortunistiche
Obblighi anti-infortuni
Obbligatorietà delle tecnologie disponibili sul mercato
Massima sicurezza tecnologicamente possibile e principio di legalità
Obbligo di informazione dei lavoratori
Il valore del TLV
Cosa significa “concretamente attuabile”?
Appendice 4: il piombo
Appendice 5: il rumore. Linee guida per l’interpretazione e l’applicazione della legge 277
Valutazione del rischio
Misure tecniche, organizzative, procedurali
Procedure previste nel caso di un’esposizione personale quotidiana (o settimanale media) compresa tra 80 e 85 dbA
Procedure previste nel caso di un’esposizione personale quotidiana (o settimanale media) compresa tra 85 e 90 dbA
Procedure previste nel caso di un’esposizione personale quotidiana 32 (o settimanale media) superiore a 90 dbA
Note all’allegato VI: criteri per la misurazione del rumore
Appendice 6: periodicità visite mediche
Appendice 7: scheda di autovalutazione per la sicurezza nella verniciatura e nell’imballaggio

CAPITOLO II: LA DIRETTIVA MACCHINE E LA MARCATURA CE
    1. Ma le macchine sono veramente sicure?
    2. Il controllo delle macchine
    3. Immissione sul mercato e messa in servizio di macchine nuove
    4. Immissione sul mercato o messa in servizio di macchine già’ in uso prima della data di entrata in vigore del DPR 459/96 e successivamente “modificate”
    5. Macchine usate
      1. Permuta contro nuovo acquisto
      2. Vendita ad un altro utilizzatore diretto
        II 2.5.3 Cessione per conto vendita
        III 2.5.4 Varie
    6. Attività di vigilanza: modalità operative
      1. Carenze paIesi o già manifestate in sede di utilizzo
      2. Carenze occulte
      3. Casi particolari
    7. Documentazione inerente le macchine
    8. Norme armonizzate e di buona tecnica
    9. L’evoluzione tecnologica
CAPITOLO III: COME RICONOSCERE I PRODOTTI PIÙ PERICOLOSI? GUIDA PRATICA ALLA LETTURA DELLE ETICHETTE E DELLE SCHEDE DI SICUREZZA DELLE VERNICI, DEI DILUENTI E DELLE COLLE 49
    1. Anche la sabbia uccide!
    2. Prodotti pericolosi o usati pericolosamente?
    3. La scheda di sicurezza: una carta d’identità europea per i prodotti
      1. Per leggere la scheda ci vuole la laurea?
      2. Gli errori più frequenti
      3. Diffidate gente, diffidate!
    4. Il “pericolosometro”: un metodo per misurare la pericolosità deiprodotti
      1. Il “pericolosometro” e I TLV
      2. Il “pericolosometro” e la tabella “D” del DM 12/7/90
      3. Il “pericolosometro” e l’etichettatura: simboli e frasi di rischio
    5. Conclusioni

Appendice 1: il rischio secondo gli igienisti statunitensi
Storia dei TLV (Threshold Limit Values)
I TLV e le PPM
TLV-TWA e TLW-STEL
TLV-C (Valore limite di soglia – Ceiling)
Relazione fra limiti TWA e limiti Ceiling
Limiti di escursione
Rischi di assorbimento per via cutanea
Fattori fisici
Sostanze non elencate
Conversione dei TLV da ppm a mg/m3
Carcinogenicità
Appendice 2: le frasi di rischio (R) e i consigli di prudenza (S)
Le frasi di rischio (R)
I consigli di prudenza (S)
Appendice 2A: simboli e frasi R più ricorrenti ed effetti sulla salute Appendice 2B: etichettatura, rischi e precauzioni
Appendice 3: classificazione delle sostanze ai fini dell’inquinamento atmosferico (tabella “D” del DM 12/7/90)
Appendice 4: esempio di scheda di sicurezza
Appendice 5: solventi più comunemente impiegati nelle vernici e loro indici di pericolosità

CAPITOLO IV: LE FONTI DI RISCHIO
    1. I solventi e i diluenti
      1. Consigli per gli acquisti: come scegliere un diluente
      2. I diluenti “truccati”
      3. Come evitare la fregatura?
      4. Quante sono le fregature?
      5. Quanto costa un diluente? Il “conto della serva”
    2. Gli impregnanti e i biocidi: la protezione dei serramenti esterni
      1. L’impregnante
      2. Impregnanti a solvente e all’acqua
      3. I biocidi
      4. Cosa succede in Europa? Il principio dell’omologazione
    3. I prodotti vernicianti
      1. La definizione di prodotto verniciante
      2. La composizione di un prodotto verniciante
      3. I leganti
      4. I pigmenti
      5. Le cariche
      6. Gli additivi
      7. I componenti pericolosi delle vernici
      8. Vernici all’acqua
      9. Produrre “a basso impatto ambientale” costa di più?
    4. Le polveri di legno

IV 4.4.1 La preparazione dei supporti

      1. La levigatura (o carteggiatura) del legno grezzo
      2. La levigatura (o carteggiatura) delle vernici
      3. Le macchine
      4. Le polveri di legno: “naturale” non è sinonimo di “salutare”!
      5. Polveri di levigatura del legno: rischio e prevenzione
      6. Rischi di incendio
      7. Gli impianti di aspirazione
      8. Il banco di aspirazione
      9. Aspirazione con utensili portatili
      10. Sistemi di filtrazione
      11. La depolverazione a maniche

Appendice 1: composizione media delle vernici per legno Appendice 2: classificazione delle vernici sulla base della loro composizione chimica
Appendice 3: dizionarietto medico Appendice 4: i più comuni legni tossici
Appendice 5: polvere di legno e valori limite sul posto di lavoro in alcuni paesi europei
Appendice 6: patologia respiratoria nel settore del legno

CAPITOLO V: LE TECNOLOGIE PER LA SICUREZZA
    1. Il marchio CE nella verniciatura
    2. Le cabine di verniciatura
      1. Rischi e precauzioni
      2. Modalità d’impiego generali
      3. Cabine aperte
      4. Cabine chiuse
      5. Cabine di grande lunghezza
    3. Forni di essiccazione
      1. Appassimento
      2. Fonti di calore
      3. Locali a temperatura ambiente
    4. Filtrazione dell’overspray
      1. Sistemi a griglia
      2. Filtri a secco
      3. Velo d’acqua
    1. Aria in entrata
      1. Filtrazione dell’aria in entrata
      2. Riscaldamento dell’aria in entrata
    2. Rumore
    3. Zone aspirate per la manutenzione e la preparazione delle vernici
    4. Come scegliere una cabina
      1. Garanzie o fantasie? Il trucco dell’omologazione
      2. Conformita’ a norme di sicurezza
      3. Impianti elettrici
      4. Misura della velocità dell’aria
      5. Pressurizzazione o compensazione?
      6. Conclusioni
    5. Cabine a secco o a velo d’acqua?
      1. Cabine ad acqua
      2. Cabine a secco
      3. Criteri di sicurezza
      4. Problematiche connesse alla modifica delle cabine esistenti
      5. Conclusioni
    6. Cabine e vernici per serramenti
      1. L’indagine
      2. Segnali di rischio
    7. Impianti per la distillazione di solventi
    8. Apparecchiature per verniciatura
      1. Parametri che distinguono e caratterizzano le varie apparecchiature per l’applicazione della vernice
      2. Le apparecchiature “HVLP”
      3. Le apparecchiature per l’applicazione elettrostatica
      4. Spruzzatura della vernice a caldo
      5. Rispondenza alle norme: cosa significa?
      6. Marcatura “CE” e “EX”: qual’é la differenza?
      7. Pistole elettrostatiche per verniciatura manuale con prodotti all’acqua
      8. Norme per i costruttori
      9. Norme per gli utilizzatori
      10. Sintesi dei criteri di sicurezza delle pistole

Appendice 1: sintesi dei criteri di sicurezza di una cabina di verniciatura Appendice 2: rappresentazioni grafiche delle cabine

VII CAPITOLO VI: LA PROTEZIONE DELLE VIE RESPIRATORIE
    1. Misure collettive di protezione
    2. Dispositivi di protezione individuale (respiratori)
    3. Produzione di polvere di legno
      1. Esposizione
      2. Scelta del respiratore antipolvere
    4. Vapori di solvente e overspray di vernici
      1. Scelta di un respiratore contro gas e vapori
      2. Filtri contro l’overspray
      3. Respiratori con alimentazione esterna
    5. Corretto utilizzo del respiratore
      1. Tempo massimo di utilizzo
      2. Limiti di utilizzo
      3. Istruzioni per l’uso
      4. Prova di tenuta
    6. Manutenzione del respiratore
    7. La marcatura CE

Appendice 1: sintesi sui dispositivi di protezione individuale Appendice 2: scheda di consegna del DPI al lavoratore
Bibliografia Profilo dell’autore

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.