corso verniciatori

Pensando al futuro del comparto arredo viene naturale chiedersi: “ma quale futuro?”. Un corso pensato per i verniciatori

A cura di Vittorio Marco Saoncella

INNOVAZIONE E PROGRAMMAZIONE

La longevità di un’area produttiva è in relazione alla capacità di programmarne un futuro sostenibile.
Le azioni da intraprendere sono innumerevoli e tutte vanno di pari passo con l‘evolversi del mercato, ad esempio aggiornando le aziende alle richieste contemporanee, creando un pensiero positivo sul territorio, rinnovando le figure dirigenziali (che non devono obbligatoriamente essere un ricambio che proviene dalla famiglia) e, non ultimo, incentivando la cultura del lavoro e la capacità di istruire le nuove generazioni a credere nel settore e ad impararne le peculiarità artigianali: “mani e teste” che dovrebbero garantire continuità e futuro al comparto.
UNO SCENARIO A MEDIO TERMINE…
In funzione di queste considerazioni logiche ho provato a immaginare lo scenario del settore da qui a 4-5 anni e, nonostante tutto l’ottimismo possibile, non posso essere del tutto positivo, vista l’assenza di giovani che si affacciano al nostro settore, oggettivamente stanco, sfibrato e oggi poco lungimirante.
Ciò nonostante ritengo che dobbiamo crederci e provarci senza appelli, perché oggi questa è la sfida più impegnativa a cui siamo chiamati a rispondere e che dobbiamo assolutamente compiere prima di gettar la spugna.

…CREATO DAL BASSO

Premesso ciò, e toccando con mano il problema da vicino, sono giunto alla conclusione che nessuno ci fornirà risposte e soluzioni facilmente praticabili, quindi ho pensato che la formazione deve iniziare dal basso, proprio da noi che dovremmo passare il testimone a mani giovani, e che i risultati dovranno offrirci risposte inequivocabili.

LA FORMAZIONE SI FA SUL CAMPO: CORSO VERNICIATORI

Andiamo sul pratico: l’idea è quella di fare un corso teorico/pratico nel settore verniciatura all’interno della mia azienda, riservato a un gruppo formato al massimo da 8 giovani, che non abbiano mai avuto esperienze precedenti nel ramo.
Il programma potrebbe essere di 4 ore settimanali, realizzato in 4 settimane, suddiviso tra una parte teorica (svolta da un tecnico di laboratorio messo a disposizione da un’azienda produttrice di di vernici) e una parte pratica (coordinata dai miei collaboratori interni).
In questo modo si apprenderanno le basi del nostro importante lavoro: la verniciatura, “il vestito di ogni forma” con un focus principale su legno e ferro e un’infarinatura generale anche su altri supporti verniciabili.

VERNICIATURA ECOCOMPATIBILE

L’esperienza teorica e pratica che abbiamo maturato in questi ultimi anni, condivisa con una generazione particolarmente sensibile ai temi ambientali, consentirà di fornire importanti risposte tecniche, economiche e di marketing, dando un senso al futuro con una precisa scelta di campo, quella della sostenibilità.
L’interesse per questi temi e lo sviluppo di questo settore aprirebbe le porte a nuove figure professionali, come ad esempio il tecnico di laboratorio, il verniciatore professionista e autonomo, il dirigente di comparti industriali e/o stimolare l’emergere in alcuni del lato più artistico.

UN MESSAGGIO E’ UNO STIMOLO PER TUTTA LA COMUNITA’

Il corso per verniciatori sarà gratuito e al termine verrà consegnato un attestato di frequenza; l’impegno sarà diviso per competenze, con un intento comune: risvegliare un paese, un settore e una generazione assopita, stanca e sfiduciata.
L’esperienza locale può essere allargata anche all’intera filiera del territorio (Padova, Vicenza, Rovigo e Verona), in settori come la falegnameria, tappezzeria etc..

I SOGGETTI DA COINVOLGERE

Ci sono varie figure, ruoli e enti che ritengo siano indispensabili per dare forza e visibilità all’iniziativa:
– la mia azienda si occuperà della parte pratica, mettendo a disposizione gli spazi didattici e l’entusiasmo che contraddistingue tutti i miei collaboratori;
– due aziende produttrici di vernici (una per il settore legno e una per il settore metallo) metteranno a disposizione un tecnico per la parte teorica;
– il Comune di Casale di Scodosia è fondamentale per il necessario sostegno divulgativo e per dare con il proprio patrocinio una garanzia di valore sociale e di affidabilità all’iniziativa;
– le associazioni di categoria sono altrettanto importanti per la loro capacità di comunicazione e per la rappresentatività del mondo imprenditoriale, attribuendo ulteriore valore, non solo formale, all’attestato finale che verrà consegnato ai partecipanti al corso.

RIDIAMO FIDUCIA AL MONDO DEL LAVORO

Sono convinto che la risonanza dell’iniziativa riscuoterà interesse fra tutti gli operatori del settore, pubblici e privati, che le variazioni sul tema saranno innumerevoli e che finalmente parleremo del paese non solo per le chiusure, per le svendite degli immobili, per l’inadeguatezza o la perdita di entusiasmo di noi imprenditori: credo e sostengo che socialmente darà risposte e effetti positivi capaci di incidere sul fascino e quindi sul futuro del nostro territorio.

BOZZA DEL PROGRAMMA DEL CORSO

1- Il legno quale supporto: struttura del supporto, tipologie e differenze dei vari legni e loro implicazioni
2- Preparazione del supporto: caratteristiche (umidità, etc).
3- Le vernici e la loro funzione.
4- Natura chimica delle vernici (PU, nitro, acrilici, acqua etc).
5- Come si sceglie un ciclo di verniciatura (PU piuttosto che acrilico, misto, etc, e poi spruzzo, straccio, carteggiatura, tempi, cicli artigianali, industriali, etc).
6- L’attrezzatura per la verniciatura (pennelli, pistole e cabine, impianti come caroselli, catene, UV).
7- I difetti della verniciatura.
8- La sicurezza della persona e dell’ambiente di lavoro.
9- Schede tecniche e schede di sicurezza.
10- Principali normative e certificazioni (REACH etc).
11- Cenni su applicazioni particolari quali foglia oro.
12- Cenni sul restauro e ripristino.
13- Nuovi sviluppi della chimica sostenibile.
14- Il mondo del lavoro legato al mobile (numeri fatturato geografia).
15- Varie (approfondimento dei temi emersi durante lo svolgimento del corso).

UN VERNICIATORE “ROCK” A CASALE DI SCODOSIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *